Diario di Bordo. Come vestire il neonato: siamo pratiche!

 

E’ nataaa oppure è natooo! Bene…e adesso come lo vesto? Cosa deve indossare? Come faccio a sapere se ha caldo o freddo?…

E’ uno dei primi grandi dubbi dell’​essere mamma​, ci siamo passate tutte, in generale il consiglio è: vestite i vostri bimbi come siete vestiti voi.
Già, può essere un primo passo, ma loro non si muovono, sono nella carrozzina, come è meglio che ci organizziamo?

Alla luce della mia esperienza e delle ansie ormai sedate, cercherò di dare qualche indicazione per tranquillizzare i dilemmi di tante mamme ma anche molte nonne…
E’ istintivo pensare che i neonati siano più suscettibili al freddo rispetto ai bambini più grandi. Questo in realtà è vero solo nei primissimi giorni di vita, giorni che solitamente si passano in ospedale.

Dopo i primi giorni il bimbo è in grado di mantenere la sua temperatura corporea costante come un adulto, anche se le manine e i piedini sono freddi (in realtà questo non è indice della sua reale temperatura, è una sua caratteristica naturale). ​Per rendersi conto se il neonato ha freddo bisogna porre una mano sul suo pancino, questa​ zona riflette con fedeltà la sua vera temperatura. Altri segnali da considerare sono il colore del faccino e lo stato del bambino: se il viso è pallido e a piccole chiazze rosse e bianche e il bimbo è inquieto o respira più in fretta del solito potrebbe avere freddo. Al contrario, se il neonato appare arrossato sulle guance, probabilmente ha caldo.

Come regola generale il neonato va coperto come nella stessa situazione si copre un adulto​.
La strategia migliore è quella dell’​abbigliamento “a cipolla”, meglio​ tanti strati leggeri, piuttosto che un unico capo troppo pesante, ovviamente in rapporto alla stagione.

In linea generale non ci sono controindicazioni all’uscita se i bambini sono in buona salute in qualsiasi condizione climatica caldo, freddo, pioggia o neve, basta che siano adeguatamente coperti o scoperti. Fate un pò più di attenzione alle giornate ventose o a quelle particolarmente umide e calde.
In questo periodo di calura estiva, ovviamente è meglio evitare di uscire nelle ore più calde della giornata, nel caso, è indispensabile un ​cappellino in cotone​, il bimbo può tranquillamente indossare anche solo un ​body​, ne esistono dei molto carini, a righe, a fiori, un attimo più colorati visto che è un “intimo” che in estate si può esibire.

Se il nostro bimbo ancora non cammina approfittiamone per lasciare i piedini nudi e se inizia con i primi passi, non abbiate paura di farlo camminare scalzo o con leggerissimi calzini dotati di protezione antiscivolo o con deliziose pantofoline morbide della linea ​Bobux​ o ​Boumy​… a settembre sono in arrivo le nuove collezioni.
Emo bacio cuore

Il timore in estate è …l’aria condizionata!!!
Siamo in giro e ci capita di entrare in un negozio dove ci si congela…brrrr. Sbalzo di temperatura, il mio bambino si ammala…gli verrà un febbrone, è il venerdì non c’è il pediatra.. panico!
Tranquille…il segreto sono le ​Swaddle. Swaddle?? Sì! Comodissime “pezze” di stoffa in ​mussola di cotone​ o di ​bambù​, per me sono “magiche”, io le ho utilizzate tantissimo e le uso tutt’ora, non le archivierete mai. Le potete portare sempre con voi e se pensate che il vostro bimbo abbia freddo, la malefica aria condizionata stile Siberia, potete utilizzarle a mò di copertina, oppure se il sole è insistente potete utilizzarle per fare ombra facendo attenzione a non coprire completamente il passeggino, dobbiamo sempre permettere che l’aria circoli.

Insomma in estate giochiamo facile, capire come è meglio vestirlo è più semplice, ovviamente questo dipende anche dal dove vi trovate, mare, montagna comunque non scordate mai 3 cose fondamentali:
 guarda come sei vestita e vesti il tuo bimbo con abiti dello stesso “peso”
 vestilo a “cipolla”, è la cosa più pratica, se è caldo lo svesti…
 portate sempre con voi una “copertina” meglio se in mussola di cotone o bambù così possiamo coprirlo nel caso serva.

In inverno i consigli non cambiano, ma invece delle swaddle sono utilissimi dei piccoli ​sacchi a pelo​, se avete il bimbo nella carrozzina, un pò più grandi se è già nel passeggino.
Possono essere fatti di tanti materiali diversi, più leggeri, più pesanti, più tecnici con cerniere che vi permettono di gestire le cinture di sicurezza del seggiolino auto o del passeggino, insomma avete presente il vostro giubbotto?
Ecco questo “sacco” sarà il suo! Ed è molto comodo perchè non dovete infilare le maniche!!
Emo soddisfatto

Per il cosa deve indossare potete seguire delle facili istruzioni che vi riporto Corredino brochure, per me sono state utilissime nei primi tempi, e non esitate a chiedere, Francesca, Silvia, Marta, Erika, Stefania, Vera, Federica si divertono un sacco ad aiutarvi a preparare la prima valigia del vostro bimbo con tutti quei mini abitini…
E ricordate non comprate troppe cose, all’inizio crescono in fretta, e rischiate di non utilizzarle, fatevi consigliare al meglio e utilizzate tessuti il più possibile naturali di provenienza certa e lavate i capi con un ​detersivo naturale​, NO ammorbidente, crea un film sui tessuti che potrebbe essere dannoso alla delicata pelle del bambino.

Un corredino base con i “fondamentali” può essere questo:
INTIMO
 1 ​camicino da pelle​ (oramai è solo una tradizione, fondamentalmente non serve) o 4 ​body​, possono avere lo scollo americano, per intenderci l’apertura dove infiliamo la testa è molto ampia, oppure a kimono, che si aprono completamente.

ESTERNO
 4 ​tutine​ o completi ​coprifasce​ e ​ghettine o 1 ​cardigan
 1 ​berrettina
 4 ​bavaglini
 3 ​paia di calzini

PER LA NANNA
 1 ​copertina​ (in cotone o in lana per la casa o la clinica)

PER IL BAGNETTO
 1 ​accappatoio con il cappuccio a triangolo

A seconda delle stagioni cambieranno i tessuti e la lunghezza delle maniche. per aiutarvi meglio ho riportato tutto in uno schema e… non esitate, al ​Sogno del bambino​ potrete avere qualcuno che vi accompagna nella scelta, è comodo soppratutto nei primi tempi dove non sappiamo bene comprendere taglie e giusti tessuti… e non dimenticate ancora per tutto il mese di agosto ci sono i saldiiiiiiiii.
Emo okEmo okEmo ok

Bamboom-bis

Commenta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

*

code

NUTRIRE IL PROPRIO BAMBINO

La corretta nutrizione nei primi anni di vita è in cardine fondamentale per favorire lo sviluppo di   un adulto sano.  L’atto nutritivo non consiste solo nella somministrazione di [...]