SICUREZZA IN VIAGGIO: bimbi in vacanza con i nonni.

 

Tempo pieno, part-time, tutti i giorni o quando possono, il baby-sitting dei nonni è un aiuto per noi genitori ed un passatempo per loro (a volte più o meno faticoso…), ma ora più che mai, quando sono chiuse le scuole, l’aiuto, quando è possibile, di un nonno diventa una vera manna dal cielo. Poter contare su di loro per molte famiglie è una salvezza perché le ferie della mamma e papà non sono ancora arrivate.
Come lasciare il proprio figlio in vacanza con i nonni? Ecco 12 consigli per le prime vacanze.

√ 1 I vostri figli stanno partendo per una vacanza con i nonni, non facciamo che sia per loro una sorpresa o un “regalo” ma avvisiamoli, prepariamo questo momentaneo cambiamento rassicurandoli dai possibili timori che possono avere e diamo ai nonni le informazioni essenziali sulle abitudini dei nostri figli, quelle più importanti, partendo da cosa mangia e cosa no, come si addormenta solitamente, se sono abituati ad ascoltare una favola o una lettura di un libro, ecc. .

2 Se i bambini non hanno mai dormito prima insieme ai nonni, organizzate una prova di una notte, tipo pigiama party, e fate che il primo risveglio sia con voi, li aiuterà a considerare che se siete distanti per un periodo più o meno lungo, non sarà un abbandono.

3 Aiutate i nonni con un percorso di attività giornaliere organizzato e informate i bambini su cosa faranno e giocheranno con loro, quando svolgeranno queste attività si rassicureranno maggiormente. Mostrategli le foto, se possibile, del luogo in cui andrà con i nonni e coinvolgeteli nel gioco di preparare la valigia, lasciandogli la possibilità di scegliere alcuni oggetti da portare con loro: l’orsetto, i pastelli per colorare…

4 Nonni disponibili a giocare: fate in modo che i nonni si divertano a giocare con i bambini, chi più di voi conosce le due generazioni? Accertatevi anche che gli diano lo spazio per fare nuove amicizie e scambiare qualche …nghé, nghé… con i nuovi amici.

5 I momenti di malinconia arrivano e guai mai che non sia così! E qui le abitudini che abbiamo sempre seguito in casa possono diventare preziosi suggerimenti per i nonni, come catturare la loro attenzione con un gioco che sono abituati a fare con i genitori, o leggergli un libro, raccontargli una storia, ci saranno spettatori attenti per quanto i nonni saranno credibili attori nel presentargli le avventure.

6 Fissate degli appuntamenti telefonici giornalieri o guardatevi e parlatevi con Skype o Facebook.
Se durante la giornata la malinconia prende il sopravvento, i nonni sono avvisati: “mostrate comprensione e rincuorate il vostro nipotino dicendogli che sentirà presto la mamma, per esempio tra un’ora o due, e di tanto in tanto scandite il contro alla rovescia”. Insomma, con una manciata di coccole, una buona dose di divertimento e una spolverata di parole rassicuranti non è difficile scacciare la malinconia.

7 Non fate trasparire la vostra ansia prima e nella partenza. Quando vi sentite o vedete al cellulare, non hanno bisogno di capire il vostro sentire, salutateli con entusiasmo e senza indugi: sapranno cavarsela molto meglio di quanto si pensa.

 8 Si diventa nonni per dare quel vizietto in più che non ci si permetteva di fare da genitori. I nonni vi stanno aiutando non si può pretendere che seguano un percorso obbligato. Non fate i controllori a distanza, innervosirete i bambini e i nonni, così non faranno vacanze divertenti come devono fare. Ai nonni è consentito concedere piccole trasgressioni e qualche vizietto, tanto i bambini sanno che una volta a casa si torna alle solite regole.

9 Fate vedere ai bambini che avete piena fiducia dei nonni, anche se non fosse così, totale. Loro devono partire sereni e sicuri che mamma e papà sono sicuri delle vacanze.

 10 La vacanza con i nonni è un’opportunità per fare nuove esperienze.
Il bambino, lontano da mamma e papà, ma sotto lo sguardo attento e amorevole dei nonni, sperimenta, pian piano, la propria autonomia, in un ambiente diverso dal solito, dove ha l’opportunità di fare nuove esperienze. “Se la vacanza poi è a casa dei (o con i) nonni che abitualmente vivono distanti, l’estate diventa l’occasione speciale per creare una complicità e un legame affettivo che rimarranno per sempre nella memoria emotiva di entrambi (nonni e nipoti)”.

11 Se siete voi a portare vostro figlio dai nonni, lasciategli i seggiolini per auto ed eventualmente anche quelli per le biciclette, i bambini devono viaggiare sicuri e non perdere questa corretta abitudine! Avete già letto l’articolo sulla sicurezza di febbraio scorso? Eccolo: http://www.sognodelbambinoblog.it/sicurezza-in-auto-prima-di-tutto-le-nuove-normative/

 √ 12 Mentre il bambino è via, rinsaldate la vostra vita di coppia.
Senza sottovalutare poi, che pur rimanendo in città a lavorare, mamma e papà possono “godere” di un periodo più o meno lungo in cui non sono investiti dalle responsabilità genitoriali e possono vivere a pieno la relazione di coppia.

Ed ora lasciate tranquillamente i vostri figli nelle mani dei nonni e chiamateli giornalmente. Buone vacanze.

Commenta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

*

code